TRANS FREEDOM MARCH 2017 TORINO

 

imageimage

 

 

 

Comunicati Stampa

Stampa

Bertone, la pedofilia e l'omosessualità: comunicato del Coordinamento Torino Pride LGBT

Il Coordinamento Torino Pride LGBT esprime il massimo sdegno per le affermazioni pesantemente insultanti ed infondate con cui il card.Bertone, Segretario di Stato vaticano, ha accostato la pedofilia con l’omosessualità affermando addirittura che “molti studi clinici” mettano in relazione le due cose.

Tale scempiaggine psicologica dimostra non solo l’ignoranza del cardinale in materia, ma soprattutto il pregiudizio cieco ed insensato che nega le posizioni precedenti del magistero della Chiesa Cattolica che è sempre stato attento a distinguere tra orientamento omosessuale e pedofilia. Ci chiediamo perché il cardinal Bertone sconfessi le conquiste della scienza e addirittura il magistero della propria chiesa.

Di certo è per deviare l’attenzione dagli scandali dolorosissimi e spregevoli che investono con sempre più frequenza preti, vescovi e cardinali cattolici, arrivando a toccare addirittura papa Benedetto XVI. Tali scandali sono originati, in primo luogo, dalla negazione della sessualità dei presbiteri che sono del tutto impreparati a gestire la castità che viene loro imposta dall’attuale prassi del sacerdozio cattolico.

Abbiamo ogni giorno sotto gli occhi i pesanti segni di squilibrio e di nevrosi che colpiscono sempre più frequentemente sacerdoti e religiosi cattolici che spesso si rifugiano in una sessualità, di tipo etero o omosessuale, praticata di nascosto nell’ipocrisia, quando non giungono agli estremi dell’abuso su minori. Crediamo necessario che la Chiesa Cattolica, invece che cercare altrove capri espiatori, si decida a rivedere in modo serio le proprie posizioni teoriche e le proprie prassi in materia di sessualità, per il bene del suo ruolo nella società, la cui cedibilità è ora così pesantemente minata, e soprattutto per non alimentare ulteriormente pregiudizi e violenze contro le persone omosessuali. 

Il Coordinamento Torino Pride LGBT

 Andrea Fino - Ufficio Stampa del Coordinamento Torino Pride LGBT

lgbt torino