TRANS FREEDOM MARCH 2017 TORINO

 

imageimage

 

 

 

Comunicati Stampa

Comunicati stampa emessi dal Coordinamento Torino Pride
Stampa

Complimenti al Comune di Torino

Il Coordinamento TorinoPride LGBT apprende con soddisfazione la notizia che il Comune di Torino ha deliberato di partecipare al Comitato Promotore di ILGA Torino 2011. A fine ottobre, infatti, Torino ospiterà la conferenza annuale di ILGA Europe, l'organizzazione che riunisce le associazioni che si battono per i diritti delle persone Gay Lesbiche Bisessuali e Transessuali-Transgender in tutta Europa. Le associazioni torinesi e nazionali che hanno dato vita al Comitato Promotore di questo importante evento internazionale, con il Coordinamento TorinoPride LGBT come capofila, hanno invitato le istituzioni locali e nazionali a partecipare al Comitato nella forma di un Comitato d'Onore.
Oggi il Comune ha accettato, con una apposita delibera, tale invito. Il Coordinatore Andrea Fino afferma: "Si tratta, dopo il brutto scivolone della Regione guidata dal leghista Cota sul Torino gay and lesbian film festival, di un segnale molto positivo che conferma come questa giunta comunale sia attenta alla tutela dei diritti delle persone LGBT e alla promozione di Torino sulla scena internazionale. Mentre accogliamo questa notiza con soddisfazione, rinnoviamo l'invito alle altre istituzioni locali e nazionali a procedere in senso analogo e soprattutto ci rivolgiamo al Ministro delle Pari Opportunità Mara Carfagna che, dopo aver dichiarato la propria volontà di patrocinare il Torino gay and lesbian film festival, non ha ancora accolto l'analoga richiesta di partecipazione al Comitato d'Onore per ILGA Torino 2011 rivolta al suo Ministero."
Ufficio Stampa del Coordinamento TorinoPride LGBT
Andrea Fino - Coordinatore
cell.339 2829669
Stampa

Quanto dista il Piemonte dall'Europa?

Oggi, in una seguitissima conferenza stampa di fronte al palazzo della Regione Piemonte,il Coordinamento TorinoPride LGBT ha annunciato che il Pride di Torino 2011 si celebrerà il 21 Maggio con il seguente tema: "Quanto dista il Piemonte dall'Europa?"

In un anno così importante per Torino e per l'Italia, che vedrà l'Europride a Roma l'11 giugno e la conferenza annuale di ILGA Europe a Torino a fine ottobre, ci è sembrato giusto portare in piazza il nostro sdegno per la distanza che, sui temi dei diritti, separa il Piemonte dal resto d'Europa.

Ci ritroveremo così ancora a manifestare in una grande festa popolare di precise rivendicazioni sui temi delle politiche per le persone LGBT, per le donne e il diritto alla maternità responsabile, per la laicità dello stato, per la dignità e i diritti civili degli immigrati.

Sappiamo di poter contare anche sulla tua presenza... e sul tuo sdegno!!!

Stampa

CONFERENZA STAMPA

CONFERENZA STAMPA

Coordinamento Torino Pride LGBT

Oggi 1 Aprile - ore 10

di fronte al Palazzo della Regione, Piazza Castello... non a caso!

Tema: convocazione Pride 2011, ed altre importanti iniziative politiche!

Stampa

Comunicato Stampa

Il Coordinamento Torino Pride GLBT esprime il massimo sdegno per la revoca da parte dell'assessore regionale alla cultura Michele Coppola del patrocino alla 26° Edizione del "Da Sodoma ad Hollywood" Film Festival.

 "Si tratta", afferma il Coordinatore Andrea Fino," dell'ennesimo tentativo da parte del governo leghista della Regione di ostacolare una manifestazione tra le prime del suo genere in Italia che vanta un programma di alto livello la cui caratura artistica è riconosciuta a livello internazionale. Probabilmente l'assessore Coppola si illude con questo atto discriminatorio e brutale, a meno di un mese dall'inizio della rassegna, di raccogliere consensi per la sua campagna a sindaco di Torino, ma non si rende conto che, danneggiando ulteriormente la cultura e boicottando una manifestazione artistica di alto livello, non fa che alienarsi le simpatie di tutti coloro che hanno a cuore la libertà d'espressione e la crescita culturale e civile di Torino e del Piemonte."

Stampa

Transgender Day of Remembrance a RIVOLI e TORINO

tdor_torino_2010GIORNATA INTERNAZIONALE PER LE VITTIME TRANSESSUALI TRANSGENDER

In decine di città, in tutto il mondo, il 20 novembre si celebra il Transgender Day of Remembrance, il TdoR, che dal 1999 commemora le vittime dell´odio transfobico. L´omicidio di Rita Hester nel 1998, nel cui nome si celebrò a San Francisco il primo Candle Light, resta un caso insoluto, come centinaia di altri delitti commessi contro persone transessuali. E spesso ciò accade perché all´odio che ha armato la mano che ha ucciso si unisce il pregiudizio transfobico, che ha pesato sulla vita, così come sulla morte.


Ricordare le persone che hanno pagato con la vita la propria autenticità e il sacrosanto diritto a essere se stess*, è vitale per la coscienza civile, per indirizzare l´indignazione che promuove il cambiamento. La transfobia che uccide è la cima di una montagna di transfobia ordinaria, quotidiana, che riempie pagine di giornali e umilia la vita delle persone. La transfobia è una variante odiosa del ceppo della violenza sessuale, fisica e psicologica che colpisce donne, bambini, lesbiche, omosessuali e che ha le sue radici nel sessismo, che si fonda e si mantiene sull´oppressione maschilista.


In questo paese ancora arretrato e incivile rispetto ai diritti manca perfino una legge contro i crimini di transfobia e omofobia, che al di là della tutela legislativa, sarebbe un segno culturale importante di un paese che vuole veramente costruire un futuro diverso, un monito per chi si crede in diritto di poter discriminare il diverso da sé, per chi si crede migliore di chi ha un´identità sessuale diversa dalla propria.


Il Coordinamento Torino Pride quest´anno ha deciso di commemorare questa data con un candle-light accompagnato da musica e da letture nel centro storico di Rivoli, cittadina della prima cintura torinese sabato 20 Novembre dalle ore 17. Una scelta nata dalla collaborazione con l'associazionismo laico - in questo caso l'associazione La Meridiana - che da anni ci affianca, affermando nel concreto che i diritti delle persone transessuali sono diritti umani universali. Una scelta che richiama la realtà di migliaia di persone transessuali e transgender che spesso fuori dalle grandi città più faticano a fare rete ed a conquistare visibilità nel rispetto e nella possibilità di fare rete con tra soggetti e attraverso l'associazionismo.

lgbt torino