TRANS FREEDOM MARCH 2017 TORINO

 

imageimage

 

 

 

Comunicati Stampa

Comunicati stampa emessi dal Coordinamento Torino Pride
Stampa

Il Coordinamento Torino Pride LGBT sulle dichiarazioni di Cota

Il Presidente Cota, per nulla affaticato dalla campagna elettorale si è subito messo al lavoro ed ha affrontato uno dei più gravi problemi della Regione Piemonte: il patrocinio della Regione Piemonte al Pride di Torino. 

Pare, infatti, che nel corso di una trasmissione televisiva il neo Presidente della Regione Piemonte Roberto Cota abbia dichiarato più volte: “Dovrò revocare il patrocinio al Gay Pride”. 

Nel ringraziarlo per l’attenzione vorremmo confortare lui, il suo staff e i suoi solerti collaboratori: nessuno ha mai chiesto, né alla precedente amministrazione né a quella attuale, il patrocinio per il prossimo Pride. 

Ora il Presidente può prendersi una meritata pausa e con calma dedicarsi, più in là nei tempi, a questioni meno urgenti e meno sentite dalle donne e dagli uomini di questa regione: il lavoro, la crisi economica, la sanità. 

Daniele Viotti

Coordinatore del Coordinamento Torino Pride LGBT

Stampa

L'Amedeo di Savoia e le promesse mancate

COMUNICATO STAMPA

Da anni, come Associazioni che riuniscono e si prendono cura delle persone sieropositive o in AIDS, ci siamo visti presentare il progetto per il nuovo Ospedale Amedeo di Savoia e promettere l’inizio tempestivo dei lavori. E’ quindi con grande amarezza e indignazione che constatiamo, ancora una volta, lo stallo in cui è precipitato il progetto di una struttura, per la quale fin dagli anni novanta erano stati stanziati e messi a disposizione i fondi necessari.

Per parte nostra ci batteremo, anche oltre questo periodo di campagna elettorale in cui spesso vengono fatte promesse poi mai realizzate, affinché i lavori di costruzione del nuovo ospedale inizino al più presto e siano conclusi in tempi ragionevoli.

E’ tempo ormai che un centro di eccellenza nella ricerca e nella cura delle malattie infettive così importante per la nostra comunità, qual è l’Amedeo di Savoia, sia dotato finalmente di una struttura adeguata alle sue attività.

Chiediamo pertanto, a tutti coloro che ne hanno il compito e la responsabilità, di intraprendere al più presto tutti gli atti indispensabili allo sblocco di questa situazione, ormai intollerabile.

Le associazioni:

Associazione Arcobaleno Aids

Lila Piemonte

Piemonte Anlaids

Gruppo Abele

Coordinamento Torino Pride LGBT

Torino, 10/03/2010

L'articolo de La Stampa

Stampa

Incontro con Mercedes Bresso del Coordinamento Torino Pride

Il Coordinamento Torino Pride ha incontrato la Presidente Mercedes Bresso per discutere delle prossime elezioni regionali e del programma elettorale.

SINTESI DELL’INCONTRO

L’incontro con Mercedes Bresso è partito dalla constatazione della mancanza di una legge nazionale che riconosca le unioni civile impedendo di fatto alle amministrazioni locali, in primis le Regioni di attuare delle politiche sulle proprie materie che ricomprendano anche le coppie unte civilmente. In primis le coppie formate da persone gay e lesbiche. Proprio su questo punto è stato chiesto, trovando ampia disponibilità , a Mercedes Bresso di spendersi in quanto politica di caratura nazionale con una importante e significativa storia di sostegno alle battaglie di accrescimento civile.

Stampa

La manifestazione Gialla - 1 marzo

Davvero bella la manifestazione del 1 marzo a Torino organizzata dai coordinamento degli immigrati con la presenza, oltre che delle associazioni di migranti, del sindacalismo di base, dell'associazionismo antirazzista cittadino e di singoli nativi/e che indossavano qualcosa di giallo per solidarietà con i migranti. Tra gli slogan: “questa è la Torino che vogliamo, la Torino meticcia”.

Ed è proprio questo il senso dell'adesione e della partecipazione del Coordinamento Torino Pride: promuovere il meticciato culturale oltre le chiusure identitarie, sostenere uguali diritti per tutti e tutte, combattere ogni forma di discriminazione, sia essa basata sull' origine etnica, sull'orientamento sessuale o sull'identità di genere.

Coordinamento Torino Pride LGBT

Stampa

Sposalizio di Antonella e Debora: Licenza di.. tutelare!

Lo sposalizio di Antonella e Debora offre un punto di osservazione di straordinaria rilevanza. Debora, che lavora come educatrice presso la cooperativa sociale Stranaidea, una ONLUS attiva a Torino da circa 25 anni, ha infatti ottenuto un periodo di congedo retribuito, la cosiddetta licenza matrimoniale.

Questa misura, intrapresa con naturalezza e spontaneità da parte dell'impresa, apre nella realtà un interrogativo cruciale, ovvero: possono le aziende, le imprese, le organizzazioni del comparto produttivo divenire agenti di cambiamento e promotori dei diritti di quei lavoratori e lavoratrici ancora privi di strumenti di tipo legislativo?

In questo contesto il diversity management, filosofia di gestione delle risorse umane che a partire dalla fine degli anni '90 viene studiata e applicata anche in Italia, propone nuovi percorsi per valorizzare le "diversity", migliorare il clima, le prestazioni, il business. Applicare questa prospettiva significa attuare un processo di ri-organizzazione aziendale dove le diversità culturali e individuali non sono solo riconosciute, ma tutelate e valorizzate.

L'estensione del congedo matrimoniale per Debora, anche in assenza di documenti legalmente riconosciuti, dimostra così rispetto e riconoscimento verso una lavoratrice che contribuisce alla crescita della cooperativa; dimostra la disponibilità a sopperire ad una mancanza legislativa e dimostra infine la capacità di superare ostacoli burocratici a favore di un'azione concreta.

Gli strumenti a disposizione delle imprese per gestire politiche rispettose dei diversi orientamenti sessuali competono naturalmente alla creatività dei manager delle risorse umane; si possono tuttavia tracciare alcuni soluzioni ricorrenti: dall'estensione dei benefici previdenziali al/alla partner, alla stesura di codici etici non discriminatori, dalla formazione specifica sul tema per tutti i/le dipendenti alla partecipazione diretta dell'azienda in eventi LGBT. 

Daniele Viotti (3341514076)

Coordinamento Torino Pride LGBT

lgbt torino